Stasera ore 21 in sala Strasberg 

"Misticanza" 

con Elisabetta Gentili, Marzia Pascale,Sara Tacconi 
regia di Anna Cianca e Tiziana Sensi 

info e prenotazioni: tel. 067004932 tordinonateatro1@gmail.com

"VITE PARALLELE"

Scritto e diretto da: Antonio Nobili

con Marco Giustini – Simone Guarany – Lucia Rossi – Cristina Frioni – Francesca Antonucci – Raffaella Camarda

Con la partecipazione straordinaria di Alessio Chiodini nel ruolo del Valerio


"Tutti facciamo un viaggio, comincia il giorno della nostra nascita e prosegue per la durata della nostra vita, comunque la mettiate è un viaggio fantastico e sorprendente. Una scatola magica che contiene di tutto: i rimpianti, i rimorsi, le decisioni prese, quelle rimandate, le delusioni, gli amori, la fatica, in una piccola enorme parola è la VITA. Poi alla fine il DOLORE. Ecco, il dolore, il capitolo finale è sempre quello, è diverso per ognuno di noi, ma dall'esito sempre uguale: la scatola si chiude, il viaggio finisce: è INEVITABILE.
Quello che si può evitare, invece, è perdere la dignità dell'essere umano ed è questo il tema che affronteremo in questa conferenza. Analizzeremo il caso di chi sceglie come e quando chiudere la sua scatola, quando finire il viaggio, quando andarsene, mentre ha ancora un senso la parola: ESSERE UMANO. Le scatole di cui parliamo, oggi, non saranno solo cifre, o matricole, ecco, ma nomi e cognomi. Le loro vite, di giovani, di ragazzi, come molti di voi che vedo, seppure a distanza, seppure ignorandosi l'un l'altra, procedevano parallele, spinte dallo stesso vento, quello che spinge le giovani anime ambiziose, che si incontrano... parallele, di nuovo, ma stavolta distese, orizzontali nel letto di un ospedale. (Tratto da Vite Parallele)
Il destino mette alla prova i protagonisti di questa storia intensa e sofferta, quella di una esistenza segnata dalla malattia degenerativa, la SLA. Il destino incrocia la vita di due giovani che lottano con la vita e la morte, stringendo patti con l'una e con l'altra. Quale sarà l'istinto più forte, quello del viaggio qualsiasi cosa accada o la sua fine prematura? Un testo emozionante, un tema delicato. Un cast ed una regia che non hanno paura di affrontare il dolore che purtroppo, segna tante realtà.

Teatro Tordinona - Sala Strasberg

Alcool

Di Francesco Eleuteri

Scheda Spettacolo Lo spettacolo teatrale dal titolo “Alcool” può essere definito un “assolo” più che un monologo, in cui l’unico protagonista, Francesco Eleuteri, costringe gli spettatori a un delirio riflessivo, dalle traiettorie apparentemente casuali, nel quale l’unico punto di riferimento sono le bevande alcoliche.
Attraverso la chiave dell’ironia e della comicità l’attore racconta alcune delle infinite sfumature che da sempre colorano il rapporto tra l’uomo e l’alcool.
L’approccio creativo con cui il testo, di cui è autore lo stesso Eleuteri, è stato concepito, non è soltanto celebrativo nei confronti delle bevande alcoliche; al contrario ne racconta le diverse sfaccettature con le relative implicazioni in altrettante manifestazioni dell’umana esistenza: filosofia, arte, medicina, storia, religione, costume, poesia, scienza, economia… il tutto sostenuto dall’energia della satira. Una galleria di personaggi, deformati dalla lente della parodia, si avvicendano sulla scena; interpretati dal tormentato protagonista, in preda all’angoscia di non poter più bere alcolici, sono i testimoni di una bizzarra umanità che per mille ragioni da sempre consuma alcool.



Da lunedi 3 a domenica 9 Ottobre 2016
Teatro Tordinona - Sala Pirandello

TUTTO SCORRE
La favola nera

di Massimo Sgorbani
con Rosanna Gentili e Gilberto Colla
regia di Gianfranco Pedullà e Massimo Sgorbani
scene Claudio Pini - musiche Jonathan Faralli
costumi Rosanna Gentili






Tra i nomi più apprezzati della nuova drammaturgia italiana, Massimo Sgorbani firma, con la regia di Gianfranco Pedullà, lo spettacolo “Tutto scorre”, da lunedi 3 a domenica 9 ottobre al Teatro Tordinona. Il “tutto scorre” del titolo è quello de bagni degli autogrill, di cui la protagonista/narratrice è la guardiana: una favola nera in cui, a suon di cantilene, si narra il dolore, la vendetta e, infine, la morte. Con Rosanna Gentili e Gilberto Colla.
Al centro della scena una donna che fin da bambina ha avuto problemi di linguaggio e che - bollata da un padre ottuso e autoritario come “mezza muta e mezza scema” - vince la sua afasia “pisciando fuori le parole”. Lasciarsi scorrere la pipì tra le gambe è l’unico modo che la donna conosce per rifiutare un mondo ostile e crearne un altro, accogliente e intriso del ricordo di una madre scomparsa lasciando di sé l’eco delle favole sussurrate all’orecchio della figlia. I personaggi diventano creature di una favola “nera” che getta una luce grottesca su una certa provincia del Nord Italia; una provincia dove i rapporti umani appaiono falsati dai luoghi comuni, dalle frasi fatte, dalla disperazione di una sottocultura fondata sui soldi, sull'idea ossessiva del lavoro, su un maschilismo banale e violento. E così in scena si confondono continuamente la vita della guardiana con il riattraversamento dei fatti salienti della sua vita passata.

BIGLIETTI: € 10,00 / € 8,00

ORARIO: lun/sab h 21.00 dom h 17.30

Per info e prenotazioni: 067004932

Sala Strasberg - Teatro Tordinona
Rassegna permanente di eventi teatrali contemporanei

Reperimento progetti stagione 2016/17

___________________________________________

Chiamata Pubblica

Rassegna permanente di eventi teatrali contemporanei

Il Teatro Tordinona vuole raccogliere progetti per la stagione in corso 2016/17 da mettere in scena presso la Sala Stasberg.

Si cercano opere di prosa e o interdisciplinari, originali o riadattamento da repertorio classico, realizzate da compagnie e artisti di ogni età. I progetti potranno costituire spettacolo intero o parte di spettacolo più ampio, in questo caso dovrà essere garantito il senso compiuto, nel caso di corti teatrali della durata inferiore a 35 minuti la compagnia dovrà accettare l’accoppiamento nella stessa serata con un altro spettacolo.

I progetti verranno selezionati in base a:

- dettagliata scheda artistica e tecnica, curriculum della compagnia e/o degli artisti coinvolti.

La tipologia dello spazio della Sala Strasberg predilige i monologhi, i soli, e gli spettacoli ridotti nelle dimensioni della scenografia.

Le opere selezionate verranno messe in scena nel corso della stagione 2016/17, secondo un calendario che verrà redatto successivamente alla selezione dei progetti e comunicato ufficialmente alle compagnie selezionate.
L’organizzazione sottoporrà alle compagnie un regolare contratto da firmare a percentuale 50/50.

Si può inviare anche più di una singola proposta.

La Sala Stasberg del Teatro Tordinona ha le seguenti dimensioni mt.4,20 larghezza, profondità mt.5, altezza mt 5,50, posti 40.

inviare il materiale secondo la scheda allegata a : benedettiulisse@gmail.com - gianluca.riggi70@hotmail.com

info : 06.7004932